Milano parla di design
tutto l'anno

Milano: la città che si progetta

E ci siamo di nuovo. Altro anno, altra Design Week. Altro giro, altro Salone. Altro Salone, altro Fuorisalone. Il 2017 ci ha riservato un “Salone basso” (si inaugura il 4 aprile) e gli operatori del mondo del design che hanno iniziato a sentire la pressione della data un po’ prima del solito. Ma come in ogni viaggio, anche in quello verso Milano il percorso è importante tanto quanto la meta.

Milano è una città che si progetta, che vuole progettare e volentieri si lascia progettare. Tutto l’anno. Nel 2016 abbiamo avuto il nuovo appuntamento di Design City e della Fall Design Week, che in ottobre ha segnato la mezza tappa tra un Salone e l’altro. “C’era bisogno di un’altra settimana dedicata al design?”, era la domanda ricorrente. La risposta è arrivata da sola con l’entusiasmo delle aziende e con la grande partecipazione di pubblico, ma anche con la sinergia di festival ed eventi tra design, cinema, comunicazione, arte.

Se ce ne fosse stato ancora bisogno, abbiamo avuto la conferma che a Milano c’è spazio per una dimensione di progetto costante che non riguarda solo chi il design lo fa di professione, ma coinvolge anche appassionati, studenti, cittadini, ovvero tutti coloro che hanno a cuore quello che succederà domani.

La mentalità progettuale, il desiderio di capire (se non addirittura la voglia di cambiare), la partecipazione attiva ai discorsi che ruotano attorno alla città, sono parte integrante del tessuto urbano e sociale di Milano. Lo abbiamo visto nelle sale piene ai Brera Design Days, nelle code all’inaugurazione della Fondazione Feltrinelli, nelle migliaia di immagini condivise all’Osservatorio di Prada. Ne avremo ulteriore conferma durante il prossimo Fuorisalone con l’apertura delle attività di Ventura Centrale, con la curiosità attorno a NoLo, con gli appartamenti e le dimore storiche, con gli spazi per i bambini e quelli per gli animali, con gli aperitivi al Bar Basso e quelli per strada, con i designer internazionali e le botteghe nascoste, con le sorprese delle scuole e con le rassicurazioni dei marchi storici, con tutti i LOL e i WTF che incontreremo nei luoghi più inaspettati.
“Ma a Milano, la Design Week finisce mai?”. Ecco la domanda che dovrebbe iniziare a circolare. Sperando - ovviamente - in una risposta negativa.

di Paolo Ferrarini




Prossimo Fuorisalone:
Milano 17-22 Aprile 2018

People Robert Thiemann VEDI TUTTI

Robert
Thiemann

General Director of Frame Publishers

Formatosi come ingegnere chimico, Robert Thiemann lavora come copywriter e in seguito come editor prima di approdare a Frame Publishers. Di animo curioso e acuto, trasforma il suo romantico interesse per i prodotti della chimica in una passione per la bellezza dell’atto creativo. Nel 1997 Thiemann fonda Frame, rivista di interior design. Con Frame, Thiemann mira a catturare le realtà edilizie più significative per ispirare un pubblico creativo. Tuttora alla guida della rivista, è un appassionato del processo editoriale – ideazione, sviluppo contenuti, graphic design, materializzazione del prodotto – e continua a esplorare nuove direzioni. Nel 2013, ad esempio, viene messa in scena la prima edizione dello spettacolo Ninety Minutes of Frame, versione live della rivista. Il 2013 è anche l’anno in cui Frame lancia la sua prima app. Molto più che una mera versione digitale della rivista, l’app viene progettata e sviluppata per iPad, sfruttando al massimo le potenzialità di questo medium. Nel 2013 Thiemann pubblica il volume Think Dutch, lungo 496 pagine, studio approfondito dell’architettura e del design dei Paesi Bassi che mostra come la crisi di un sistema possa ispirare visioni pionieristiche. Nel 2014 e 2015 Thiemann progetta due pop-up store. Entrambi realizzati da Dutch outfit i29, i negozi sono una versione 3D di Frame. Dal mood fortemente empirico, grafico e architettonico, entrambi i negozi fungono al tempo stesso da mini department store, galleria contemporanea e rampa di lancio. Entrambi i pop-up vincono il FX Award come migliori realtà di retail e vengono ampiamente menzionati dalla stampa. Thiemann è il direttore generale di Frame Publishers, azienda con base ad Amsterdam che pubblica anche le riviste Mark, Foam e Elephant nonché libri di arte, architettura e design. È stato docente e membro della giuria nell’ambito di competizioni di design organizzate in tutto il mondo.

Il Fuorisalone è la madre di tutte le settimane del design, la più grande sfilata di design di tutto il mondo. 

— Robert Thiemann

Dove alloggiare?
Fuorisalone sceglie come Official Accommodation Partner

HomeAway birdhouse

Focus

Discover

SOCIAL WALL

Condividi i tuoi contenuti per apparire su Fuorisalone.it

#Fuorisalone2017

Instagram @Fuorisalone 04
Instagram @Fuorisalone 01
Instagram @Fuorisalone 02
Instagram @Fuorisalone 03

Fuorisalone Magazine Newsletter
Tutti gli aggiornamenti su eventi e progetti della Design Week

Accetto la privacy policy