Focus


Torre: il nuovo edificio che completa la Fondazione Prada

Torre: il nuovo edificio che completa la sede di Milano della Fondazione Prada.

Si chiama Torre ed è un parallelepipedo alto sessanta metri e realizzato in cemento bianco strutturale a vista, composto da nove piani, ciascuno dei quali offre una percezione unica degli ambienti. Metà di questi si sviluppa su base trapezoidale, gli altri su pianta rettangolare.

 

L’altezza dei soffitti, crescente dal basso verso l’alto, varia dai 2,7 metri del primo piano agli 8 metri dell’ultimo. Le facciate esterne sono caratterizzate dal succedersi di superfici di vetro e cemento, che consentono ai diversi piani un’esposizione alla luce sul lato nord, est o ovest, mentre l’ultima sala espositiva è dotata di luce zenitale. Il lato sud della Torre presenta una struttura diagonale che la unisce al Deposito, dentro la quale si inserisce un ascensore panoramico.

 

Come sostiene Rem Koolhaas, "l’insieme di queste diversità produce un’estrema varietà spaziale all’interno di un volume semplice, in modo che l’interazione tra gli ambienti e i singoli progetti o opere d’arte offra un’infinita serie di possibili configurazioni."

 

All’interno dei sei livelli espositivi della Torre è possibile vistare il progetto Atlas nato da un dialogo tra Miuccia Prada e Germano Celant, che riunisce opere della Collezione Prada in una successione di spazi che accolgono assoli o confronti, creati per assonanza o contrasto, tra artisti come Carla Accardi e Jeff Koons, Walter De Maria, Mona Hatoum ed Edward Kienholz and Nancy Reddin Kienholz, Michael Heizer e Pino Pascali, William N. Copley e Damien Hirst, John Baldessari e Carsten Höller.

 

Al sesto piano si trova il ristorante "Torre" arredato con i pezzi originali del ristorante Four Seasons di New York progettato da Philip Johnson nel 1958. Al suo interno elementi come l’installazione di Carsten Höller, The Double Club (2008-2009), tre sculture di Lucio Fontana - due ceramiche policrome Cappa per caminetto (1949) e Pilastro (1947) e un mosaico a pasta di vetro e cemento Testa di Medusa (1948-54) - e una selezione di quadri di William N. Copley, Jeff Koons, Goshka Macuga e John Wesley.

 

Sul tetto dell’edificio la terrazza con un bar dal quale si ha visione a 360° sulla città di Milano.

 

La Fondazione Prada è un’esperienza che porta il visitatore a contatto arte, cucina e architettura.

 

 

 

 


Cover photo © Business Insider / www.businessinsider.com



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata.

1
1
1
1
1
1

— Vedi anche