Focus


Alla scoperta di simple flair

Punto di riferimento per appassionati, millennials, professionisti e tutti coloro che ogni giorno cercano nuovi contenuti tra design, lifestyle, architettura e moda.

Il progetto nasce dall’idea di Simona Flacco e Riccardo Crenna quando nel 2010, ancora studenti al Politecnico di Milano, decidono di mettere online un blog per raccontare il design e l’architettura. Un’idea contemporanea, fresca e trasversale di design con una vision chiara e definita: #allisdesign.

 

È così che prende forma simple flair, un progetto editoriale, modificabile o addirittura reinventabile a seconda delle loro esigenze, senza che però cambi mai nome.

 

Arrivati al 2017 decidono di fare un salto, di creare un luogo offline dove il network di simple flair possa trovare la propria casa. Nasce cosi in Porta Venezia, il simple flair apartment, un loft dove la loro carica espressiva e comunicativa viene tradotta attraverso arredi disegnati tra gli altri da Charles e Ray Eames, Jean Prouvè, Jasper Morrison e Patricia Urquiola. Il progetto degli interni è stato curato dallo Studio Modulo, il loro studio di progettazione fondato con Silvia Fumagalli. Al suo interno trovano spazio zone private e altre destinate alla condivisione.

 

I due architetti vivono all’interno dell’appartamento ma allo stesso tempo ospitano designer e creativi, organizzando cene e workshop, momenti di condivisione che ibridano lo spazio giocando con il concetto di casa.

 

Il simple flair apartment è un punto di riferimento per appassionati, millennials, professionisti e tutti coloro che ogni giorno cercano nuovi contenuti tra design, lifestyle, architettura e moda



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata.

1
1
1
1
1

simple flair
Corso Venezia
20121 - Milano

— Vedi anche