Focus


Artissima - Un futuro aperto all’indagine creativa

Artissima è riconosciuta a livello internazionale per l’attenzione alle pratiche sperimentali e per essere il trampolino di lancio per artisti emergenti e gallerie di ricerca

Fino al 4 novembre ad OVAL Lingotto Fiere di Torino si terrà la venticinquesima edizione di Artissima, l’unica fiera in Italia dedicata esclusivamente al contemporaneo.

 

Riconosciuta a livello internazionale per l’attenzione alle pratiche sperimentali e per essere il trampolino di lancio per artisti emergenti e gallerie di ricerca, Artissima attrae ogni anno un pubblico di collezionisti, professionisti del settore e appassionati.

 

Il fil rouge scelto quest’anno da Ilaria Bonacossa, per il secondo anno direttore della fiera, è Il Tempo (Time is on our sideIl tempo è dalla nostra parte), che viene proposto come flusso dinamico, in grado di imprimere il ritmo del cambiamento, preservando la sospensione temporale dell’emozione dell’opera d’arte.

 

Artissima quest’anno sarà divisa in otto sezioni, le prime quattro:

Main Section che raccoglie le gallerie più rappresentative del panorama artistico mondiale, quest’anno sono state selezionate 94 di cui 44 straniere. 


 

New Entries, la sezione riservata alle gallerie emergenti sulla scena internazionale, quest’anno avrà 14 gallerie di cui 10 straniere. 


 

Dialogue, sezione dedicata a progetti specifici in cui le opere di due o tre artisti vengono messe in stretta relazione tra loro, con 19 gallerie di cui 12 straniere. 


 

Art Spaces & Editions che ospita gallerie specializzate in edizioni e multipli di artisti, project space e spazi no profit, con 9 espositori. 


 

Le altre quattro invece le sezioni curate da un board di curatori e direttori di musei internazionali: 
 Present, Future,
 Back to the Future, Disegni
, Sound (new!).

 

Molte sono le novità di quest’anno.

L’introduzione di Sound alle OGR – Officine Grandi Riparazioni di Torino, una nuova sezione interamente dedicata alle indagini sonore contemporanee.

La sezione Art Editions nata nel 2012 che oggi si apre a project space e spazi no profit e diventa Art Spaces & Editions.

L’arrivo di Alessandro Pasotti, co-fondatore della galleria P420 (Bologna), che diventa un nuovo membro del team di galleristi internazionali che selezionano le gallerie di Main Section, Dialogue, Art Spaces & Editions e New Entries.

Inoltre la nascita di nuovi progetti speciali: il progetto formativo Artissima Experimental Academy creato in collaborazione con COMO, Artissima Junior, ideato e creato in collaborazione con Juventus, che va a coinvolgere i giovani visitatori della fiera, Alfabeto Treccani, il racconto enciclopedico per immagini dell’arte italiana contemporanea, un racconto sulla personalità dell’artista con Carlo Rama_100 anni di seduzione, e disegnare l’invisibile, il progetto formativo in collaborazione con Moleskin.

 

Si riconferma anche quest'anno il legame con il mondo del design grazie alla collaborazione di molte le aziende internazionali del settore.

 

Artissima ha sulla città un grosso impatto economico, tanto da generare un indotto pari a 3,7 milioni di euro ogni anno, oltre al suo budget di spesa.

 

Come ogni anno la fiera riafferma la propria forza dinamica contribuendo alla crescita della città che la ospita e del mercato italiano, stimolando e sostenendo un collezionismo attento alla ricerca e una visione critica e curatoriale in continua evoluzione.



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata.

1
1
1
1
1
1

OVAL Lingotto Fiere
Corso Vittorio Emanuele II, 12
10123 Torino

— Vedi anche