Focus


Giovani talenti italiani crescono a Maison & Object 2018

L’appuntamento a Nord Villepinte di Parigi promette di offrire un’atmosfera creativa, diversificata e di business davvero unica.

18 gennaio 2018

Da sempre considerata un hub dedicato al lifestyle, Maison&Object 2018 aprirà le porte il prossimo 19 gennaio a professionisti e appassionati per scoprire tendenze ed espressioni in un’ampia rassegna di settori, tra cui decorazione, design e arredamento. L’appuntamento a Nord Villepinte di Parigi promette di offrire un’atmosfera creativa, diversificata e di business davvero unica.

 

Tre saranno le aree principali della manifestazione fieristica: MAISON e la sua vasta gamma di decorazioni d'interni, organizzate in mondi diversi; OBJET, il concept store dello spettacolo, ideale per i rivenditori; e infine INFLUENZE e il suo itinerario unico. Una nuova offerta che è stata creata per facilitare la comunicazione e il rinvenimento di nuovi prodotti.

 

Inoltre, torna Risign Talent Award, l’appuntamento con i talenti emergenti, tra i più interessanti al mondo per talent scout e trend analyst internazionali e che vede ogni anno protagonista una nazione diversa, impegnata nel presentare i suoi nuovi Talenti. Uno spazio specifico e curato ad hoc, che quest’anno sarà dedicato all’Italia, un paese che sta vivendo un momento di effervescenza sul fronte della giovane progettazione: un’identità forte e dinamica, capace di dialogare con l’artigianato locale, un’eccellenza unica al mondo, ma nello stesso tempo garantire nuove energia e idee alle aziende piccole, medie e perfino storiche.

 

Una piccola rivoluzione che sta restituendo al Made in Italy il suo ruolo di riferimento sul panorama internazionale.

Lo dimostra il fatto che un buon numero di designer di origini italiane, dopo periodi di studio o esperienze lavorative all’estero, scelgono di tornare a lavorare in Italia o destinano comunque al loro paese d’origine un ruolo determinante nella propria carriera.

 

Come funziona?
Sei mentori celebri e influenti nel settore della progettazione sono stati chiamati per selezionare altrettanti rising talent. Designer affermati come Andrea Branzi, Piero Lissoni e Luca Nichetto, l’art director Giulio Cappellini, la gallerista e guru del design contemporaneo da collezione Rossana Orlandi, la leggendaria stilista Rosita Missoni hanno proposto i progettisti emergenti che reputano più interessanti al momento. La conoscenza diretta e le esperienze di collaborazione hanno indirizzato alcune scelte, ma è capitato che i selezionatori abbiano premiato il lavoro di giovani designer sconosciuti, con grande sorpresa e gratificazione per questi ultimi. Federica Biasi, Antonio Facco, Marco Lavit Nicora, Kensaku Oshiro, Federico Peri e Guglielmo Poletti sono i sei designer che lavorano in Italia, (e risiedono qui oppure all’estero), che verranno presentati al Rising Talent Awards Italy.

 

Un’occasione per capire dove sta andando il design italiano, e metterne a fuoco tutto il nuovo potenziale.



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata.

1
1

— Vedi anche