People Lorenzo Palmeri

Lorenzo
Palmeri

Architect & designer

Lorenzo Palmeri nasce come architetto e oggi si occupa di progettazione in molteplici ambiti. Si dedica a design, architettura, art direction e insegnamento, ma anche alla composizione e alla produzione musicale. Tra i suoi maestri cita Bruno Munari e Isao Hosoe, con cui ha collaborato per diversi anni. I suoi progetti hanno trovato posto al Design Museum della Triennale ma anche sui palchi dei concerti di Lou Reed.

 

website

facebook

twitter

instagram

Il Fuorisalone è un appuntamento fisso, come una festa comandata. Il capodanno del Design.

— Lorenzo Palmeri
L'intervista

La versione di Lorenzo Palmeri sul Fuorisalone

31 gennaio 2017
1

Cosa significa il Fuorisalone per te?
_

Il Fuorisalone è un appuntamento fisso, come una festa comandata. Il capodanno del Design. Si arriva in corsa, si ha l'impressione di "mangiare" troppo e si riparte pieni di buoni propositi. Direi che anche per Milano sia diventato un momento peculiare, senz'altro il più condiviso. Tutti per strada, non necessariamente nel nome del design.

 

2

Dentro o Fuori Salone?
_

Domanda complessa. Direi che dipende dal tipo di azienda, dal prodotto, dal momento. In generale sono più attratto dal Fuorisalone. In quei giorni è bello incontrare per strada amici di paesi lontani. Oppure vedere piccole feste con code di chilometri per entrare e super eventi desolati.

3

Il tuo luogo del cuore durante la Design Week
_

Mi piace girare per il centro storico di Milano e prendere i mezzi pubblici per raggiungere i vari appuntamenti. Poi, direi il mio studio in cui, durante il salone, si genera un'atmosfera di festa che mi piace. Per quello che riguarda il cibo, a mezzogiorno libero, cerco di mangiare come sempre. La sera mi lascio sorprendere dai catering delle inaugurazioni e dal flusso degli incontri.

4

La cosa fondamentale che hai scoperto o imparato al Salone
_

Al Fuorisalone impari che Milano può essere percepita come il centro del mondo.

5

Il tuo rapporto più bello nato durante la settimana del design
_

Direi quello con alcune aziende e conseguentemente, ma soprattutto, con le persone che vi lavorano.

6

Vorrei che il Fuorisalone…
_

Non perdesse l'occasione di proporre nuove vie e nuovi scenari.



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata.