discover

Il Mibac scommette sul design

22 maggio 2019

Il titolare del Mibac, Alberto Bonisoli, ha deciso di scommettere sul design, come nuova frontiera di intervento del suo ministero.

In progetto c'è la creazione di un'agenzia ad hoc con l'obiettivo di pianificare le strategie per spingere le aziende a innovare e investire nella formazione del design, la creazione di una 'Piattaforma nazionale', pensata per far dialogare e interagire in uno spazio ‘virtuale’ gli attori del settore e poi l'istituzione di una Giornata Nazionale del Design.

Queste le proposte elaborate dalla "Commissione di studio per l'individuazione di politiche pubbliche di supporto e sviluppo del design".
Un gruppo di lavoro che è stato costituito al Mibac per promuovere e diffondere la cultura del design, soprattutto tra le piccole e medie imprese che sono presenti in tutto il territorio italiano.

I componenti della commissione sono 10:
Emilio Genovesi (presidente), Cristian Confalonieri, Giordano Bruno, Claudio Moderini, Medardo Chiapponi, Umberto Croppi, Laura Milani, Anna Meroni, Daniela Piscitelli e Carlo Forcolini.
Tutti con profili strettamente legati al mondo del design, o perché inseriti nel tessuto imprenditoriale del settore o perché docenti di design o materie correlate.

Oltre al pacchetto di interventi proposti, nell'ambito della riorganizzazione del ministero, si dovrebbe aggiungere anche una vera e proprio struttura ministeriale dedicata al design.
"Nella riorganizzazione del ministero - ha infatti annunciato Bonisoli - abbiamo previsto un ufficio che dipenderà dall'architetto Galloni (alla guida della direzione generale arte e architettura contemporanee e periferie urbane del Mibac ndr) che si occuperà anche di arte applicata."

"Il design, la moda e la grafica saranno sicuramente all'interno di questa iniziativa". Per questi settori "abbiamo bisogno di persone specializzate che abbiano i contatti giusti", ha detto il ministro che ha aggiunto: "Oggi è la fine di un lavoro preparatorio. Con la Commissione ci siamo dati appuntamento probabilmente per l'inizio di luglio a Milano. Faremo un secondo incontro nel quale metteremo sul tavolo proposte più operative. Parleremo di cosa esattamente il ministero farà nel campo del design. Coinvolgeremo sia il Miur sia il ministero degli Esteri".



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata.

— Vedi anche