Focus


ICON DESIGN si rifà il look

16 aprile 2020

ICON DESIGN, la testata mensile d’alta gamma di Mondadori che racconta il mondo del design, dell’architettura e dell’arredamento attraverso il punto di vista dei suoi protagonisti si rinnova affidando la direzione creativa a Leftloft, l'agenzia creativa milanese attiva da oltre 20 anni nel campo dell'immagine e della comunicazione.

La direttrice Annalisa Rosso e l’ Editor-at-large Maria Cristina Didero hanno scelto Leftloft a cui hanno affidando il redesign grafico del giornale e la direzione creativa.

Con il numero di aprile, questa collaborazione comincia a prendere forma su carta, un lancio pensato in concomitanza con il Salone del Mobile di Milano e ripensato dopo la notizia del suo spostamento. Il nuovo ICON DESIGN si propone come uno strumento per la comunità di appassionati e un riferimento per l’industria, capace di raccontare attraverso forma e contenuto le novità come le realtà affermate.

Il progetto nasce dal grande per arrivare al piccolo, mantenendo uno sguardo trasversale su tutto ciò che accade attorno al mondo del design, traendo ispirazioni multiple senza imporre uno stile specifico e dando spazio a tutti. Non una rivista indipendente, ma capace di riflettere le diverse anime di chi il giornale lo fa e lo arricchisce mescolando linguaggi, ambiti, panorami e personaggi e aprendo un dialogo tra aziende, progettisti e pubblico.

Il progetto grafico non fa uso di stilemi di settore, valorizza il contenuto, lo accompagna per renderlo protagonista utilizzando un linguaggio visivo semplice e coinvolgente.


Nome

 

 

 


LE NOVITÀ
Lo sfoglio è ritmato e immersivo, le sezioni molto differenziate visualmente permettono al lettore di ritrovarsi facilmente così come di perdersi nelle immagini a tutta pagina.

Grande attenzione è riservata al prodotto che viene inserito in un contesto più ampio diventando di volta in volta protagonista di una storia.
La fotografia ha un ruolo centrale, si avvicina al mondo della moda con immagini al vivo in doppia pagina, e si esprime, sia nella ricerca che nella produzione dei servizi con un linguaggio caldo, tridimensionale e reale.

La tipografia è un altro elemento di forte connotazione, vive nel presente con una scelta iper contemporanea che vede tra le font il GT Alpina di Grilli Type e il Labil/Stabil Grotesk di Kometa, font pubblicate da poche settimane.
 



Il giornale è disponibile anche in una versione digitale gratuita visibile qui

 



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata.

1
1
1
1
1
1

— Vedi anche