Focus


Fuorisalone 2020: com'è andato e cosa ci si aspetta per il futuro

Non siamo alla fine di un evento ma nel mezzo di un percorso nel quale risulta fondamentale un continuo confronto tra gli addetti ai lavori.

30 ottobre 2020

Si è concluso il Fuorisalone Design City Edition, seconda fase di un progetto ambizioso, realizzato nell’anno 2020 che ha visto l’annullamento del Salone del Mobile.Milano, in cui abbiamo pensato e realizzato un format Fuorisalone nuovo e innovativo, basato sue due edizioni distribuite su un piano editoriale di cinque mesi che con oggi, inaugura una terza fase di accompagnamento al Fuorisalone 2021.

La nuova piattaforma Fuorisalone.it ha visto una prima fase totalmente digitale (Fuorisalone Digital) lanciata il 15 giugno con l’introduzione di due nuovi strumenti, Fuorisalone TV e Fuorisalone Meets e i canali Fuorisalone China e Fuorisalone Japan e una seconda fase ibrida a fine settembre: fisica sul territorio con eventi in presenza e digitale, con progetti di comunicazione pensati per l’online.

Riteniamo che l’esperimento sia riuscito e la formula sia vincente, lo dicono i numeri ma soprattutto il riscontro delle aziende che hanno preso parte al progetto e con le quali c’è stato un confronto diretto in questi mesi utile a valutare il presente ma soprattutto a pensare al futuro, a quello che ci aspetta nel 2021 e a come affrontare una nuova edizione di Fuorisalone con Milano protagonista.

L'obiettivo per il futuro è quindi quello di dare continuità al progetto nel modo più flessibile possibile, con eventi organizzati sul territorio ed altri digitali, cercando di adattarsi al contesto in continuo cambiamento.

Non siamo quindi alla fine di un evento ma nel mezzo di un percorso nel quale risulta fondamentale un continuo confronto tra gli addetti ai lavori.
Per questo motivo per noi inizia oggi la terza fase di Fuorisalone.it, preparatoria all’evento del 2021, che vuole perfezionare con anticipo il nuovo format ibrido fatto di attività in presenza - con un numero ridotto di pubblico, più qualificato e distribuito su tempi più lunghi - e una comunicazione digitale rivolta al mondo e ad un pubblico internazionale durante tutto l’anno.

Un modello partecipativo e inclusivo, che intende rispondere al meglio alle criticità dovute alla pandemia che stiamo vivendo, ottimizzando le risorse e gli investimenti dei brand e di tutti gli addetti ai lavori.

In questo progetto è fondamentale il contributo e il confronto con tutte le aziende e i protagonisti del mondo del design che devono farsi trovare pronti e preparati per la prossima edizione di Fuorisalone 2021 - in una programmazione che speriamo di poter confermare molto presto - offrendo da parte nostra gli strumenti di comunicazione più adatti e un piano di comunicazione a supporto.
 




Alcuni numeri dell'edizione 2020

La piattaforma ha proposto 646 eventi di cui 237 sul territorio, dialogando con 378 brand e promuovendo 678 designer. Fuorisalone TV dopo aver gestito una settimana di talk e dirette in live streaming propone on demand più di 400 video organizzati per tipologie e serie e raggiungibili diversi criteri di ricerca.

Abbiamo registrato 130k utenti unici, il 65% dall'italia con gli Stati Uniti come primo paese estero e circa 800k pagine viste online.

Rassegna stampa
219 uscite stampa totali tra Fuorisalone Digital e Design City Edition

Fuorisalone.it
130.000 utenti unici
800.000 pagine viste
81% nuovi visitatori
55% target maschile
68% utenti connessi dall'Italia

Fuorisalone Meets
30 webinar
17.655 visite
40.414 pagine viste // 24.366 pagine viste uniche

Fuorisalone China
Followers Weibo 2.696
Followers WeChat 2.829
Articoli pubblicati WeChat: 30
Post pubblicati Weibo: 92

@fuorisalone - Instagram
97,1k Followers (+10,1k)
5M Impressions
2,4M Reach

@fuorisalone - Facebook
36,7k page likes (+1,4k)
1,6M Impressions
1,2M Reach
28,6k Page engagement
 



© Photo - Amir Farzad
Exhibition
NO SIGNAL ZONE - Sara Ricciardi
Produced by 5VIE


© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata.

— Vedi anche