Focus


Worth Partnership Project: Il più grande incubatore europeo in ambito creativo

Il settore creativo è una fonte di ispirazione per l'economia in Europa nell'affrontare le sfide della sostenibilità e dell'inclusione

09 aprile 2021

L'industria creativa rappresenta un pilastro importante dell'economia UE, non solo per i suoi numeri, 643 miliardi di euro e più di 7,6 milioni di persone impiegate prima del duro colpo inferto dalla pandemia COVID-19, ma anche e soprattutto perché rappresenta uno dei settori più vitali, capaci di guidare cambiamenti importanti trainati dalle aspirazioni più positive delle nuove generazioni, come l'adozione di un modus operandi più sostenibile e inclusivo.

Impegnata a sostenere il comparto, la UE ha da tempo messo a disposizione una serie di strumenti, misure e incentivi per rilanciare il settore e aiutarlo ad affrontare le sfide future. Tra queste iniziative, WORTH Partnership Project è il progetto quadriennale finanziato da COSME, Programma dell'Unione Europea per la competitività delle piccole e medie imprese, che promuove la nascita di collaborazioni transnazionali tra designer, creativi, imprese manifatturiere (PMI) e tech firm per dar vita a prodotti innovativi e design-driven. 

Nome
MINTA - sistema a struttura modulare

“L’incredibile valore aggiunto che proviene dall’interazione di diversi punti di vista, di diverse conoscenze, esperienze, capacità e dall’influenza di diversi mondi e valori, unito a un approccio continuamente teso all'innovazione, sono stati gli elementi di successo delle partnership vincitrici di WORTH che in questi 4 anni si sono confrontate con i temi più caldi del design tra cui economia circolare, materiali ad alte prestazioni, artigianalità 4.0, innovazione sociale” – conferma Korina Mollá, coordinatrice di WORTH Partnership Project.

Nome
Lumimóza - lampada in nuovo materiale a strati traslucido in porcellana sviluppato per il settore dell’illuminazione  

In particolare, le partnership vincitrici hanno avuto accesso a un programma di incubazione che prevedeva supporto finanziario di base, coaching e mentoring personalizzato da parte di specialisti ed esperti internazionali, supporto nell'accesso ai finanziamenti e nel posizionamento sul mercato, consigli sulla protezione della proprietà intellettuale e la partecipazione ad attività di networking, oltre che a due mostre internazionali. Risultato: in 4 anni, sono stati selezionati e sviluppati 152 progetti che hanno coinvolto 346 partner provenienti da 34 Paesi di tutta Europa tanto che UE ha deciso di lanciare una seconda fase del progetto che durerà fino al 2025.

Nome
LiLo - connettore per gioielli realizzato utilizzando sottoprodotti dall’estrazione degli smeraldi e metalli riciclati.

La serie video “CREATIVITY” presenta le 64 partnership vincitrici dell’ultima call che raccontano i loro progetti e la loro visione unica su sostenibilità, produzione digitale, materiali ad alte prestazioni, innovazione sociale e artigianalità 4.0.

Nome
REFRAMD - occhiali di alta qualità e con un’ampia vestibilità, per persone con ponti nasali bassi e larghi.

 



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata.

— Vedi anche