Focus


Salone del Mobile 2021: l’Agenzia ICE stanzia 2 milioni di euro 


"ICE ha messo a disposizione un supporto ancor più importante e metterà a disposizione degli organizzatori la rete dei 78 uffici esteri per portare il maggior numero possibile di operatori esteri per l’industria del design e arredo e per la città di Milano"

07 maggio 2021

In vista del Salone del Mobile 2021, in programma dal 5 al 10 settembre, ICE - Agenzia per la promozione all'estero delle imprese italiane ha stanziato 2 milioni di euro per supportare la rassegna e tutelare la centralità della città Milano nell’industria arredo e design.

L’obiettivo è quello di coordinare una campagna di comunicazione sulla sicurezza sanitaria dell’Italia e della Fiera in particolare, e a portare a Milano il maggior numero di operatori esteri qualificati in collaborazione con FederlegnoArredo.

Per farlo sarà creato un gruppo di lavoro dedicato, composto dai vertici operativi dei tre organismi interessati, con l’obiettivo di programmare l’utilizzo dello stanziamento pubblico per massimizzare la ricaduta commerciale internazionale del Salone per gli espositori e per la città di Milano.

“Lo svolgimento in presenza a settembre del Salone del Mobile, uno degli eventi fieristici italiani di maggior respiro internazionale”, ha dichiarato il Presidente di Agenzia ICE, Carlo Ferro, “costituisce il segnale di una reale ripresa e testimonia la capacità del Paese di fare Sistema a beneficio delle imprese e dei territori. Per questo ICE ha messo a disposizione un supporto ancor più importante e metterà a disposizione degli organizzatori la rete dei 78 uffici esteri per portare il maggior numero possibile di operatori esteri per l’industria del design e arredo e per la città di Milano. Grazie a FederlegnoArredo e a Fiera Milano per questo coraggioso impegno”.
 


Leggi anche:  E anche il Salone del Mobile di Milano ci sarà, dal 5 al 10 settembre



“La prossima edizione del Salone del Mobile rappresenta un forte segnale di rilancio anche per il business fieristico,” ha affermato il Presidente di Fiera Milano, Carlo Bonomi. “L’intero sistema economico internazionale deve affrontare una fase di totale ripartenza. Una ripartenza che passa anche attraverso manifestazioni come queste che riescono a fare sistema con istituzioni e mondo produttivo. In un momento così delicato per la ripresa del Paese è responsabilità del mondo delle imprese investire sul futuro e sulla crescita dell’Italia. Fiera Milano, come sempre, darà il suo contributo. La Fiera è un volano importantissimo per l’economia del nostro Paese: ogni anno nei nostri padiglioni si generano, per le sole aziende espositrici italiane, ricavi per 46,5 miliardi di euro. Il contributo totale al Pil generato dalle vendite fieristiche è pari a 53,7 miliardi, equivalente al 3% del Pil nel 2019”.

“Il sostegno di ICE attraverso una campagna di comunicazione mirata che porti a Milano il maggior numero di operatori esteri qualificati è fondamentale ed è la dimostrazione tangibile di quanto il Salone del Mobile sia una manifestazione non solo emblema del design nel mondo, ma del sistema Paese,” ha dichiarato il Presidente di FederlegnoArredo, Claudio Feltrin. “Siamo consapevoli che l’appuntamento di settembre a Rho Fiera rappresenti un simbolo di ripartenza per tutti e di questo ne sentiamo la responsabilità. Avere al nostro fianco ICE e Fiera Milano è la miglior garanzia per la riuscita dell’evento”.



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata.

— Vedi anche