Stories

JCP Universe

JCP Universe presenta “oggetti delle meraviglie” che invitano alla scoperta di una realtà alternativa immaginaria. È un brand anticonvenzionale che va oltre il sistema commerciale ordinario per creare cultura per tutti. Un progetto che supera i trend di mercato non limitandosi a proporre semplici variazioni di stili ormai noti ma creando pezzi dall’identità unica.
Focalizzandosi sull’essenza mutevole della natura, in un processo che fonde innovazione e tradizione, l’Universo JCP costruisce la sua propria estetica distintiva per trasformare la realtà che sperimentiamo nella nostra vita quotidiana. I pezzi simbolici provenienti da questo Universo diventano veicoli per la nostra immaginazione, spingendoci ad interpretare in modo nuovo il nostro stile di vita in questo preciso momento spazio-temporale, qui sul pianeta Terra.


Leggi l'intervista

Showroom: Jumbo Group Milano
via Hoepli 8
20121 Milano, Italy
Tel: +39 031 7075 777

1
2
3
4
5
Design Week

Il ruolo di Milano per il design
_

Milano ha un ruolo fondamentale per il design: ne è prova il Salone del Mobile, la fiera più importante per questo settore, capace di attrarre ogni anno visitatori provenienti da ogni dove. Milano è inoltre una città aperta all’innovazione e al cambiamento, punto di incontro di diverse culture e visioni del mondo, in cui ognuno può trovare il suo spazio. Non dobbiamo poi dimenticare il supporto che il vicino Brianza Design District offre alla città: alla creatività si unisce il saper fare, alla sperimentazione si unisce la tradizione artigianale. Questa zona offre al design infinite possibilità.

Come cambia lo spazio commerciale e come avete progettato lo spazio espositivo in relazione agli altri brand di Jumbo Group?
_

Lo spazio espositivo dedicato a JCP nello showroom del gruppo riflette l’anima anticonvenzionale del brand. Si discosta dall’idea convenzionale di casa, a cui gli altri brand di Jumbo Group sono legati – ognuno con il suo distintivo carattere – assomigliando più una mostra d’arte, dove ogni oggetto ha il suo posto e il suo rilievo.

Come pensi che il digitale possa supportare l’evento fisico, dal Fuorisalone al lancio di nuovi prodotti durante l’anno in showroom?
_

Il digitale può completare ed arricchire l’evento fisico e sta assumendo un ruolo sempre più importante, soprattutto in un momento complesso come quello attuale. I contenuti digitali aprono nuove possibilità per le aziende, e hanno la capacità di superare le distanze, realizzando uno dei principali propositi di JCP: portare cultura a tutti. Quest’anno Fuorisalone.it, in assenza della tradizionale settimana del design, ci ha offerto l’opportunità di presentare il nostro Universo alternativo in modo nuovo e tramite molteplici contenuti. Tra questi, il video live che ha ripercorso la storia del nostro mondo immaginario, dalle sue origini fino ad oggi.

Che ruolo ricoprono i social media nella strategia di comunicazione della vostra azienda?
_

I social media sono oggi uno strumento fondamentale per comunicare un brand. Dedichiamo grande cura ai nostri canali social, soprattutto ad Instagram, che per la sua struttura è il mezzo ideale per esprimere le diverse sfaccettature di JCP. Grazie ai nuovi media lo storytelling del brand può essere arricchito ed esteso, andando oltre il design per abbracciare altre forme d’arte come la fotografia, la grafica o la poesia.

Quali sono i criteri di scelta di nuovi designer da coinvolgere?
_

JCP coinvolge ogni anno nuovi designer, rinnovandosi costantemente. Non collabora inoltre solo con designer ma anche con artisti, confermando il suo approccio multidisciplinare. I creativi selezionati provengono da background diversi, riflettendo l’attitude internazionale del brand. Infine, abbiamo deciso di dare spazio sia a designer affermati, come Nanda Vigo o Sam Baron, sia a giovani emergenti: tra le ultime collaborazioni ci sono ad esempio Sovrappensiero e Debonademeo. Ognuno dei designer porta la sua propria visione dell’Universo JCP, espandendolo continuamente.

Serie limitata e pezzi unici, il mondo dell’arte ibrida e quello del design, qual è il vostro approccio a riguardo?
_

JCP si è configurata sin dall’inizio come una realtà aziendale diversa dalle altre, e ha sempre avuto l’ambizione di unire arte e design, produzione industriale e unicità. Le sue cifre distintive sono la sperimentazione e l’innovazione: ciò che creiamo non sono semplici oggetti, ma veri e propri veicoli per la nostra immaginazione. Alcuni di essi vengono prodotti in serie, mentre altri sono in edizione limitata. Non sono escluse varianti uniche. Ciò che è interessante è che anche molti dei pezzi creati in serie nascondono una propria unicità: l’uso di pietre o di pelli che vengono ogni volta tagliate in modo diverso, ad esempio, rende ogni creazione diversa dalle precedenti.



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata.